Come togliere la muffa dai muri

Muffa su una parete

Soluzioni pratiche per eliminare la muffa nei muri

Mi scrivono spesso persone lamentando problemi di muffa sui muri di casa. Ho deciso quindi di scrivere alcune note e soluzioni a riguardo.

A livello pratico si potrebbe affermare che esistono due tipi di muffa sui muri. La prima è la muffa causata dall'umidità di condensa, poi la cosiddetta muffa bianca.

La muffa bianca

muffa biancaLa muffa bianca sui muri, chiamata anche salsedine, per quanto visivamente possa sembrarlo, in realtà non è muffa ma è uno dei problemi causati dall'umidità di risalita.

Nella sostanza si tratta di sali di varia provenienza che fuoriescono dalle pareti e che per l'effetto del variare delle temperature contribuiscono alla degradazione delle pareti.

La soluzione migliore in questo caso è prima eliminare il problema di umidità di risalita, poi effettuare i lavori necessari per risanare le pareti ammalorate.

La muffa da condensazione

Muffa da condensa-condensazioneVeniamo ora alla classica muffa da condensazione, ovvero la classica muffa scura che si crea negli angoli delle pareti, in particolare nelle stagioni fredde.

A volte può capitare che sia presente anche un problema di umidità di risalita oltre a quello di condensa. Ma se si verifica dal primo piano in poi di un'abitazione, potete star certi che il problema è dato dall'umidità da condensazione.

Eliminare la muffa dai muri, un rapido rimedio

Prima di spiegare il fenomeno veniamo ad un rapido, anche se temporaneo, rimedio che può essere adottato per far scomparire il problema in pochi minuti.

La soluzione è estremamente semplice ma richiede alcune precauzioni:

  1. Armatevi di vecchi abiti da indossare, guanti, mascherina, occhiali protettivi ed uno spruzzino con della candeggina.
  2. Spostate o proteggete qualsiasi cosa vicino alle pareti che potrebbe rovinarsi.
  3. Spruzzate sopra la muffa un po' di candeggina.
  4. Ricordatevi di areare per bene il locale.

Dopo aver spruzzato la candeggina, vedrete che magicamente, in pochi secondi, la muffa scomparirà.

In alternativa allo spruzzino, è possibile utilizzare un panno o una spugna imbevuti di candeggina, con cui tamponare la parte di muro con la muffa.

Eliminare la muffa da umidità da condensa

Come descritto sopra, il fatto di spruzzare un po' di candeggina sulla parete ammuffita, non è che un rimedio temporaneo. La vera soluzione è rimediare al problema di condensazione dell'umidità.

Per capire qual è la soluzione, bisogna prima comprendere cosa ha portato all'umidità di condensa, una volta individuato il vero problema la soluzione vien da se.

L'umidità da condensazione è un fenomeno che avviene quando l'aria relativamente calda e umida va a contatto di superfici murarie fredde. A contatto delle pareti l'umidità passa dallo stato gassoso a quello liquido, impregnando quindi il muro di una certa quantità d'acqua.

Le cause sono spesso riconducibili a:

  • un isolamento termico difettoso dovuto a muri esterni sottili (che creano un ponte freddo-caldo);
  • un'eccessiva umidità nelle stanze (quali bagno, camera da letto, cucina, lavanderia, o stanze dove vi sono acquari, molte piante ecc...);
  • finestre a tenuta d'aria che non permettono all'aria umida di fuoriuscire;
  • manca la ventilazione;
  • riscaldamento difettoso;
  • pittura organica (pittura ad emulsione) che costituisce terreno fertile per la muffa;
  • mura umide (le quali in inverno si raffreddano più velocemente di quelle asciutte).

Viste le cause, probabilmente avrete sicuramente notato alcune possibili soluzioni. Ad esempio se non c'è sufficiente ventilazione, il rimedio è abbastanza evidente, ovvero aumentare la ventilazione degli ambienti.

Più difficile è capire cosa fare quando invece il problema è dato da muri esterni sottili. Per questo di seguito riporto alcune soluzioni che possono essere messe in atto:

  1. La soluzione ideale è applicare un cappotto termico all'esterno del muro. Se possibile sarebbe meglio utilizzare materiali naturali, per esempio sughero, pannelli di calce e silicati o simili, dove il materiale può respirare.
  2. Se il cappotto non è una strada praticabile – es. non viene approvato dal condominio perché ritenuto troppo costoso - è possibile usare un colore termico. Un esempio è Thermo Shield per esterni, questo tipo di pittura riflette il freddo e il caldo ed è strutturata in modo da mantenere il muro asciutto quando piove.
  3. Utilizzare un deumidificatore. Questo tipo di rimedio non è detto risolva al 100% ma è una via economica che come minimo migliora la situazione.
  4. Esistono inoltre una serie di pitture antimuffa per l'interno. Queste non sempre sono efficaci oppure la loro efficacia svanisce nel giro di un anno circa.
    Esiste però, un tipo di pittura speciale da applicare nella misura minima di 1kg di pittura per ogni m2, è molto efficace e solitamente risolve il problema. Questo colore si chiama BioRid, va però prima eliminata la muffa tramite un prodotto chiamato BioWash e data una prima mano con un altro prodotto chiamato BioSeal.